8/2/2019

04 - Design as an input

I vantaggi di portare il Design come input al processo aziendale.

Nonostante il nome anglosassone, MrSmith è uno Studio nato a Milano, città che si è autoproclamata capitale mondiale del Design.
Il contesto industriale dell’hinterland milanese ha creato negli anni 60/70 le basi per una florida espansione del Design. Il successo di questo settore era alimentato anche dal lavoro dei Grandi Maestri, capaci di condizionare le immagini aziendali e spesso di dettarne anche le sorti. In questo contesto non si parlava di brief di progetto, la parola “condivisione” non andava ancora di moda e le aziende erano delle fortezze quasi inespugnabili dall’esterno. Probabilmente lo splendore di quegli anni ha illuso le aziende italiane di poter mantenere una posizione predominante sul mercato, mentre negli altri paesi si stavano consolidando modelli di business più aperti e strutturati, basati su collaborazioni e contaminazioni fra aziende e designer.

I Grandi Maestri ci hanno quindi lasciato una pesante eredità, difficile da sostenere al giorno d’oggi. Nonostante siano passati almeno 30 anni, in Italia il designer è visto ancora come una sorta di artista al quale l’azienda-fortezza ricorre solo come parte conclusiva del processo di definizione di un progetto.

La nostra concezione del ruolo del designer invece si basa su un approccio olistico al progetto, che non affronta solamente una rappresentazione estetica finale, ma che è in grado di comprendere, coordinare e contaminare tutti gli ambiti aziendali.
In questo senso, il Design non è più solo un “output” estetico di una serie di paletti fissati dall’azienda a priori, ma un “input” grazie al quale l’azienda può definire con strategia e visione completa quelli che sono i fattori di successo dei propri prodotti.

Avete presente quella sensazione fantastica del caffè di primo mattino? Quando senti il suo profumo e bevi il primo sorso sai che la giornata ha ingranato la marcia giusta. Ecco noi il design lo interpretiamo così!

Questo tipo di approccio ci ha permesso di realizzare assieme ai nostri clienti, progetti in cui la componente creativa è integrata efficacemente alle innovazioni tecnologiche, di processo e di funzione.
Oltre ai molteplici vantaggi strategici, portare il design come input nel processo aziendale permette anche un notevole risparmio di tempo, poichè tutti gli step di rivisitazione, modifiche ed aggiornamenti vengono sostituiti da un processo fluido e lineare.

I progetti dello Studio sono da analizzare quindi non solo per l’aspetto estetico, ma anche per i valori che hanno apportato ai processi aziendali. Siate curiosi, chiedeteci più informazioni sui nostri progetti e saremo felici di condividere con voi i fattori che li hanno resi progetti di successo.

Despite the Anglo-Saxon name, MrSmith is a Studio born and raised in Milan, a city that has proclaimed itself the world capital of Design.
The industrial background of ​​Milan’s hinterland created the bases for a thriving expansion of Design in the 60s and 70s. The success of this sector was also fueled by the work of the Great Masters, capable of influencing corporate images and even often dictating their future. In this context no one was talking about “project briefs”, the word “sharing” was unthinkable and companies were almost impenetrable fortresses.
The splendor of those years has deceived Italian companies of being able to maintain a predominant position on the market, while in other countries more open and structured business models began to consolidate, based on collaborations and contaminations between companies and designers.

Great Masters have therefore left us with a heavy legacy, one that is difficult for us to sustain today. Although at least 30 years have passed, in Italy the designer is still seen as a sort of artist to whom the fortress-company only addresses as a final part of the process when defining a project.

Our conception of the designer’s role is based on a holistic approach to the project, which does not deal only with a final aesthetic representation, but is able to understand, coordinate and infuse all the areas of the business.
In this sense, Design is no longer just an aesthetic “output” of a series of constraints previously set by the company, but an “input” thanks to which the company can define all the success’ factors for its products with a complete strategy and vision.

Do you know that fantastic feeling of early morning coffee? When you smell it and drink the first sip, you know that the day has gotten the right energy. This is our interpretation of design!

This type of approach has allowed us to create, together with our customers, projects in which the creative component is effectively integrated with technological, process and function innovations.
In addition to the many strategic advantages, bringing design as an input into the business process also saves a considerable amount of time, as all the revision steps, modifications and updates are replaced by a fluid and linear process.

Studio’s projects are therefore to be analyzed not only for the aesthetic aspect, but also for the values ​​they have brought to the business processes. Be curious, ask us for more information about our projects and we will be happy to share with you the factors that made them successful projects.